Brexit e la sua prossima fase.

Quattro giorni fa il sito del quotidiano The Independent ha pubblicato un nuovo articolo sulle ultime notizie riguardanti Brexit. Buone notizie per chi già vive in Inghilterra e nel Regno Unito […]

Read more

Quattro giorni fa il sito del quotidiano The Independent ha pubblicato un nuovo articolo sulle ultime notizie riguardanti Brexit.

Buone notizie per chi già vive in Inghilterra e nel Regno Unito e per coloro che hanno in programma di trasferirsi prima del 15 marzo. Per scoprire il destino di chi vorrà trasferirsi dopo, bisogna aspettare la prossima mossa di Theresa May quindi, rimanete sintonizzati!

Qui trovate l’articolo:

Theresa May vuole porre fine a i diritti dei cittadini dell’UE per la paura che metà Romania e Bulgaria possa arrivare per vivere in Uk.

Il piano di governo potrebbe essere una violazione dei suoi obblighi del trattato UE

Theresa May intende ridurre i diritti conferiti ai cittadini dell’UE dati dalla libertà di movimento con la presentazione dell’articolo 50 il mese prossimo,  sostenendo che altrimenti “metà Romania e Bulgaria” potrebbe venire nel Regno Unito prima della Brexit.

Il Daily Telegraph ha riferito che il primo ministro annuncierà che i cittadini dell’UE che arrivano dopo il “cut-off” del 15 marzo non avranno diritto a vivere nel Regno Unito in modo permanente.

Tuttavia, secondo il piano, i  3.6 milioni di comunitari che si trovano già in Gran Bretagna e altri che arriveranno prima di tale data vedranno i loro diritti tutelati – fermo restando che lo stesso valga per i cittadini britannici che vivono nell’UE.

Iain Duncan Smith, un deputato conservatore euroscettico, ha detto: “Theresa capisce che se si vuole prendere il controllo si deve comandare dall’alto. “Lei farà chiarezza, fissando un termine mentre l’Unione europea appare sempre più confuso e meschina.” L’Unione Europea ha apparentemente sostenuto che la data di cut-off dovrebbe essere la stessa data del giorno in cui il Regno Unito in realtà lascerà l’UE. Non è chiaro se il piano del governo sarà una violazione dei trattati UE che garantiscono la libertà di movimento. Una fonte del governo ha detto al Telegraph: “Abbiamo ricevuto qualche segnale che ci ha fatto capire che la Commissione europea potrebbe forzarci per proteggere tutti coloro che arrivano fino al momento dell’uscita. “Potrebbe succedere che la metà della Romania e della Bulgaria venga qui se aspettiamo così a lungo.”

Ci sono circa 1,2 milioni di cittadini britannici che vivono in altri paesi dell’UE. È stato detto che a loro potrebbe essere offerta la cittadinanza europea individualmente.

I datori di lavoro britannici hanno espresso preoccupazione per la prospettiva di trovare abbastanza personale in caso di una ‘Brexit severa’, in particolare se è stato richiesto ai cittadini europei di lasciare il paese.

Il Parlamento europeo ha annunciato che sta studiando il trattamento dei cittadini dell’UE che vivono qui dopo le notizie di qualcuno che ha incontrato un “muro burocratico” quando ha cercato di ottenere un diritto legale di rimanere in Gran Bretagna e nel Regno Unito.

[http://www.independent.co.uk/news/uk/politics/brexit-theresa-may-eu-citizens-live-in-uk-freedom-of-movement-european-union-a7601051.html]
Leave a comment